Audero: “Vittoria e porta inviolata!”