Cos’è la liquidazione della società

Può capitare che una società decida di cessare la propria attività, fenomeno che negli ultimi anni si è presentato spesso nel panorama industriale italiano a causa della crisi, in questi casi si parla di liquidazione della società. In questo breve articolo cercheremo di darvi tutti i riferimenti necessari per comprendere di cosa si tratta e di come la legge gestisce le diverse tipologie di società durante il processo di scioglimento.

La legge regolamenta in maniera differente lo scioglimento di società di persone e società di capitali. Nella società di capitali lo scioglimento può avvenire solo per delibera dell’assemblea amministrativa mentre nella società di persone basta la volontà unanime di tutti i soci. La liquidazione della società viene regolata dalla legge negli articoli 2484 e ss. del codice civile per le società di capitali, mentre dagli articoli 2272, 2308 e 2323 del codice civile per quella di persone.

Nella società di capitali, una volta raggiunta la delibera del cda, la liquidazione della società diventa inderogabile e non possono essere omesse le procedure previste dalla legge ed i vari passaggi che esse richiedono. Nella società di persone invece la procedura è facoltativa e i soci possono rinunciarvi attestando l’insussistenza di eventuali ulteriori attività e passività a carico della società ovvero di beni sociali da ripartire. Una volta completate le procedure, in entrambi i casi la società verrà cancellata dal Registro delle Imprese.

Tutto ciò deve essere eseguito alla presenza del notaio che ha il compito di autenticare gli atti relativi alla liquidazione della società informando sia l’ Agenzia delle Entrate che il Registro delle Imprese. Per ulteriori approfondimenti abbiamo inserito un link nei paragrafi precedenti che potete consultare per tutte le informazioni del caso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *