Berlusconi – Salvini nuovo scisma in vista?

Berlusconi Salvini Scisma

Sembra che fra Berlusconi e Salvini il nuovo scisma sia dietro l’angolo. Il già delicato equilibrio di alleanze fra Lega, Forza Italia, Fratelli d’ Italia e Noi con l’Italia, sembra essere stato incrinato nuovamente dopo le dichiarazioni dell’ ex premier Silvio Berlusconi sull’ edilizia. Il leader della Lega Matteo Salvini si è detto totalmente contrario su quanto dichiarato dal Cavaliere ed ha ribadito una posizione ferma del proprio partito sull’ argomento, ma vediamo i fatti.

Ai microfoni di Radio 24 il leader di Forza Italia, Silvio Berlusconi, ha dichiarato in mattinata la sua convinzione di un necessario stravolgimento delle regole inerenti all’edilizia, nello specifico un condono sulla richiesta dei permessi necessari ad edificare case ed altre strutture destinati alle attività commerciali. “Bisogna cambiare le regole: chi deve costruire una casa o aprire un’attività commerciale non dovrà più aspettare anni per permessi e licenze. Dovrà dichiarare l’inizio dell’attività e assumersi la responsabilità di rispettare le leggi. Solo dopo verranno i controlli”, queste le parole del Cavaliere.

La replica del leader del Carroccio non si è certo fatta attendere ed è arrivata con un sonoro NO che chiude ogni possibilità di dialogo sull’argomento. Salvini ha infatti detto: ” Rilanciare l’edilizia è fondamentale togliendo burocrazia e tagliando tasse folli come l’Imu su capannoni e negozi sfitti. Bisogna anche bloccare le aste giudiziarie al ribasso, che falsano il mercato. Ma dico no, dico fortemente no, a ogni ipotesi di condono per abusi edilizi: il nostro territorio è già troppo cementificato, occorre abbattere tutte le costruzioni abusive, a partire dalle zone più a rischio”.

Insomma Berlusconi e Salvini potrebbero essere vicini ad un nuovo scisma? La coalizione di centro destra reggerà ancora l’urto di questa nuova polemica? Con le elezioni politiche ormai alle porte il timore per un eventuale scissione è più concreto che mai. Basterà la diplomazia a riportare i toni su un livello più pacato?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *